INDICE BLOG simbolo del sito 29 SETTEMBRE 2022

Mosaici Bisazza : Catalogo e Consigli

Linea down DESIGNBISAZZA Linea down Icona freccia down


STORIA BISAZZA COME NASCE E SI SVILUPPA

L’immagine di un mosaico rimanda probabilmente ad uno stile classico, capace di distinguersi per la qualità dei dettagli. Nel corso di quasi 70 anni, Bisazza è riuscito nell’impresa di trasportare questa soluzione nella contemporaneità, rendendola adatta anche agli ambienti di lusso più moderni.

A contraddistinguere oggi il marchio Bisazza è proprio l’unione armoniosa tra artigianalità e design incarnata dai mosaici in vetro dell’azienda vicentina, frutto di un attento studio volto a scoprire i materiali più innovativi, della loro sapiente lavorazione e delle originali soluzioni decorative scaturite dalla collaborazione con alcuni tra i migliori designer e architetti mondiali.

È tutto questo ad aver reso Bisazza negli anni un’azienda leader per quanto riguarda la realizzazione del mosaico in vetro, utilizzato poi nella decorazione di esterni e interni.

 

STORIA BISAZZA COME NASCE E SI SVILUPPA

Si chiama Vetricolor il primo prodotto realizzato in serie e commercializzato dall’azienda che prese lo stesso nome, dopo essere nata nel 1956 nel comune veneto di Alte per mano di Renato Bisazza. Si trattava di una tessera di vetro in pasta colorata, destinata in qualche modo a fare la storia.

Erano ancora i primi passi per l’azienda, che tuttavia si rese conto ben presto della propria lungimiranza: grazie anche ad un avanzato sistema che consentiva la produzione industriale del mosaico, a partire dagli Anni 60 Bisazza ricevette importanti commissioni da Francia e Italia, mentre il mondo del design e dell’architettura realizzò la grande resistenza mostrata dai mosaici di vetro, che iniziavano ad essere considerati un’ottima soluzione per ricoprire le superfici esterne degli edifici.

Una maggiore capacità produttiva e le innovazioni tecnologiche fecero da preludio all’espansione dell’azienda, che portò i propri prodotti non solo in Europa, ma anche in Africa e Medio Oriente.

Il 1989 è l’anno in cui l’azienda cambia ufficialmente nome, passando da “Vetricolor” a “Bisazza S.p.A.”. Negli anni seguenti, il mosaico viene apprezzato sempre di più ed inizia a diffondersi ampiamente negli interni degli edifici, portando la società a sperimentare sempre più soluzioni, partendo sempre dalla qualità dei materiali e da originali proposte a livello estetico.

Cominciano a questo punto le collaborazioni con designer e architetti di fama internazionale, che contribuiscono non solo ad ampliare le collezioni di Bisazza, ma a rendere la reputazione aziendale ancora più solida in tutto il mondo, come dimostrato dall’apertura di vari flagship store in Italia e all’estero.

 

MOSAICO DI VETRO COLORI E PECULIARITÀ

Il mosaico di vetro è il prodotto che più di ogni altro contraddistingue il percorso di Bisazza, e che si è arricchito nel corso degli anni di varie proposte.

Si parte dai mosaici in tinta unita, componibili da tessere disponibili in diversi formati e finiture ma, soprattutto, realizzate artigianalmente e quindi tutte diverse tra loro, particolarità in grado di rendere originale anche una soluzione cromatica unica.

La miscela è invece l’opzione per chi cerca un colpo d’occhio sorprendente, grazie all’accostamento casuale di piccole tessere vetrate di colori diversi, in grado di creare un affascinante effetto ottico.

I mosaici che sfruttano la sfumatura, con tessere disposte a seconda della loro gradazione, dalla più chiara alla più scura, sono ideali per rendere elegante ed accogliente anche un ambiente caratterizzato da un solo colore, mentre i decori Bisazza sono frutto della collaborazione tra l’azienda e prestigiosi designer, capaci di realizzare trame originali ispirate a motivi floreali, ai tessuti o con riferimenti all’arte classica. Quest’ultima viene richiamata anche dalla collezione fregi, le cui tessere vengono realizzate in smalto vetroso o in mosaico di smalto. 

 

BISAZZA MARMO E CERAMICHE CATALOGO COMPLETO 

Bisazza non è solo vetro. Nel catalogo aziendale trovano infatti spazio anche altre proposte di mosaico, come quelle in marmo e ceramica.

Tra i mosaici di marmo, spiccano le tre collezioni Marmo Lux, Marmo Matt e Studio KO, tutte in qualche modo ispirate ai pavimenti policromi ottenuti tramite lavorazione di roccia o minerali.

Se le proposte Lux e Matt si distinguono principalmente per il contrasto tra la superficie riflettente, nel primo caso, e opaca nel secondo, Studio KO rielabora in chiave moderna l’eleganza del marmo grazie ad una serie di pattern originali.

Il catalogo dei mosaici in ceramica è invece dominato da Frozen Garden, una collezione che prevede piastrelle esagonali in pasta bianca smaltata e che è il risultato della collaborazione con Marcel Wanders. Ognuna delle opzioni cromatiche, ovvero black, white, gold e platinum, è disponibile nella versione diamante o fiore (Ceramic Crystal e Ceramic Flower Crystal), per rivestire le pareti di una superficie irregolare che stimola vista e tatto, richiamando un bassorilievo.

 

BISAZZA BAGNO PIASTRELLE E COLORI

Con la propria linea bagno, Bisazza ha scelto di andare in quattro direzioni decisamente diverse, affidandosi per ognuna alla maestria di quattro designer differenti che danno il nome alle proprie collezioni: Jaime Hayon, Marcel Wanders, Nendo e India Mahdavi.

Oltre ad uno stile che è espressione diretta della creatività e personalità degli artisti, le varie proposte si differenziano in particolare per le scelte cromatiche, che spaziano dai colori accesi, come verde e rosso, proposti da Mahdavi, fino all’approccio più lussuoso di Hayon, nella cui collezioni spiccano le versioni dei lavabi gold e platinum.

 

Impreziosisci i tuoi spazi con il design!

Chiamaci al +39 02 63470257
oppure scrivici ed invia una planimetria.

Un nostro designer ti guiderà nelle scelte.